Piano dei Viaggi di istruzione, delle Visite e delle Uscite didattiche

 

Premessa

In coerenza con la Circolare ministeriale n.623 del 02.10.1996 e successive integrazioni, la scuola considera le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi di istruzione come parte integrante e qualificante dell’offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione.

Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi di istruzione collegano l’esperienza scolastica all’ambiente esterno nei suoi aspetti fisici, paesaggistici, umani, culturali e produttivi in forma di:

- lezioni all’aperto o presso musei, gallerie, monumenti e siti di interesse storico-artistico;

- partecipazioni ad attività teatrali e/o musicali;

- partecipazione ad attività o gare sportive;

- partecipazione ad attività collegate con l’educazione ambientale, alla salute e alla convivenza     civile;

- partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali;

- gemellaggi con scuole italiane ed estere.

Tutte le attività sopraindicate esigono una preventiva fase progettuale fin dall'inizio dell'anno scolastico; è dunque assolutamente necessario che l’uscita didattica o la visita guidata o il viaggio di istruzione nasca dalla programmazione condivisa del Consiglio di classe, di interclasse e di intersezione, coerentemente con specifiche esigenze didattiche e in armonia con le linee indicate dal Collegio Docenti; la loro elaborazione si deve realizzare attraverso la partecipazione attiva dei docenti, con il coinvolgimento delle altre componenti in sede di proposta.

Allegati

Piano viaggi 2022-2023.pdf